QR Code, codice QR a barre bidimensionale

Il QR Code (QR è l'abbreviazione dell'inglese quick response, risposta rapida) è stato sviluppato nel 1994 dalla compagnia giapponese Denso Wave , inizialmente utilizzato per il tracciamento dei pezzi di automobili nelle fabbriche Toyota.
Negli ultimi anni, con l'aumento degli smartphone nella telefonia mobile, il QR Code ha trovato numerose altre modalità di applicazione, non ultimo l'utilizzo nelle campagne di marketing.

QR Code, codice QR a barre bidimensionale

Gli smartphone (e i tablet) dotati di fotocamera integrata, sono in grado di leggere i codici a barre, e tramite quest'ultimi è possibile rendere disponibili informazioni aggiuntive, come visualizzare schede tecniche, video promozionali o semplicemente per ottenere il numero telefonico (o l'email) senza digitarlo manualmente. Permettono di ottenere informazioni velocemente senza doversi preoccupare di recuperare volantini o brochure cartacee, il tutto tramite l'oggetto che più di ogni altro accompagna la nostra vita quotidiana in mobilità, il telefono.

Il QR Code permette di interagire con maggiore velocità e facilità con i propri clienti (o potenziali clienti) e di aumentare il loro grado di fidelizzazione. La tecnologia mobile e i QR Code rendono tutto ciò possibile.

Per poter "leggere" un QR Code sono necessari degli appositi applicativi in grado di scansionare il codice a barre; i più utilizzati (e gratuiti) sono:

Per poter "creare" i QR Code non è necessario sostenere alcuna spesa, basta affidarsi ai numerosi strumenti presenti sul web in grado di generarli automaticamente. Per tutti i clienti della Microlux-NET mettiamo a disposizione una serie di servizi personalizzati in grado di integrare i QR Code con le varie attività di marketing eventualmente in essere, oltre alla possibilità di elaborarli con un specifico logo, cambiarne i colori e molto altro ancora.

I QR Code supportano nove tipologie di dati: dettagli di contatto, eventi, indirizzi email, numeri di telefono, funzioni di geolocalizzazione, SMS, testi senza alcuna formattazione (plain text, solo testo), chiavi di rete Wi-Fi e indirizzi Internet (URL).

I campi di utilizzo sono svariati: biglietti da visita, volantini, cartelloni pubblicitari, articoli in riviste/giornali, presentazioni/eventi, televisione, libri, giochi, manuali di istruzione, packaging, coupon, ecc.

Per quanto riguarda la sicurezza, per l'utilizzo dei QR Code valgono gli stessi accorgimenti che si attuano durante una normale navigazione su Internet:

  • verificare sempre l'attendibilità della fonte;
  • verificare se il codice è stato manomesso;
  • verificare i collegamenti a cui i codici QR rimandano prima di accedervi, utilizzando i lettori che permettono un'anteprima dell'URL.

Nonostante le grandi possibilità di utilizzo, la diffusione dei QR Code è avvenuta in maniera molto lenta, e altre tecnologie emergenti come la Realtà Aumentata (in inglese augmented reality, abbreviato AR) e la NFC ne hanno sicuramente ridotto la visibilità.

Tuttavia, per le aziende che operano sul mercato italiano, caratterizzato da un elevato analfabetismo informatico ma anche da un numero considerevole di utilizzatori di telefonia mobile (soprattutto smartphone), il QR-code rappresenta uno strumento di marketing che apre grandi opportunità, difficilmente ottenibili con soluzioni "tradizionali".

Italiano