La "Freschezza" nella Google Search Quality

Google Search Quality

Il 3 aprile u.s. Google ha annunciato l'introduzione nel mese di marzo di 50 nuove modifiche sugli algoritmi del proprio motore di ricerca, con l'obiettivo di migliorare ulteriormente la qualità dei risultati ottenuti dalle query usate dagli utenti:
Search quality highlights: 50 changes for March

Queste ultime 50 modifiche vanno ad aggiungersi alle 40 di febbraio e alle 17 di gennaio.

Matt McGee, Executive News Editor di Search Engine Land, ha riassunto gli aspetti (e le conseguenze) più importanti, come per esempio sui testi che contengono un collegamento ad un'altra pagina (anchor text), sulle ricerche delle immagini, sui simboli di indicizzazione, sulle query per la navigazione, e molto altro ancora:
Google’s March Updates: Anchor Text, Image Search, Navigational Search & More

Al momento non vi sono ancora dati certi su come queste modifiche andranno ad impattare sull'attività SEO; quelle che sicuramente hanno destato maggiore attenzione, riguardano:

  • "Miglioramenti al processo di individuazione della qualità del sito" (Improvements to processing for detection of site quality);
  • "Aggiornamento algoritmico per siti di alta qualità e miglioramenti sulla freschezza" (High-quality sites algorithm data update and freshness improvements).

In particolare, quest'ultima modifica (che fa parte di un progetto più ampio, denominato in codice "Google Panda") permetterà di elaborare le informazioni offline sui siti di alta qualità con cicli periodici più frequenti.

Con queste ultime novità, Google evidenzia ancora di più l'importanza della "freschezza" (freshness), quindi della necessità di aggiornare costantemente tutti i contenuti (e non solo le notizie) offerti dal proprio sito Web, per un buon posizionamento (o per non perderlo) sulle SERP.

Italiano